areda

Lo spettacolo equestre

Il “Carosello” è uno spettacolo equestre, di buon livello tecnico, unanimemente apprezzato a livello nazionale, eseguito dagli allievi disabili e non del Centro – 16 a cavallo e 2 con il calesse. Le coreografie sono ideate dall’Istruttore Mauro Perelli, che sin dagli inizi ha seguito la nascita e lo sviluppo del maneggio e dell’attività equestre.

La partecipazione al carosello rappresenta l’obiettivo raggiunto ed anche l’inizio di un nuovo percorso ricco di possibilità di crescita: è il momento in cui i pazienti possono partecipare a eventi sportivi veri e propri.

La scelta di attivare un gruppo i cui partecipanti siano impegnati nella riuscita di uno spettacolo, il “Carosello”, nasce da una filosofia di base: lavorare con l’obiettivo di sostenere l’inclusione sociale di persone fragili offrendo a tutti pari opportunità.

Il motto del centro è “a cavallo siamo tutti uguali”: entrare a far parte del gruppo dei ragazzi del “Carosello” sprigiona una solidarietà di fatto tra gli esecutori che, per una perfetta riuscita dell’insieme delle figure, si impegnano e si aiutano a vicenda. È un atteggiamento che scaturisce naturalmente in ciascuno di loro dato che sono arrivati a questo livello percorrendo lo stesso iter formativo.

Gli obiettivi

R

reinserire

Portare il ragazzo disabile a contatto con il mondo esterno per il suo reinserimento.

V

valorizzare

Valorizzare la filosofia dell’integrazione caratteristica del metodo del Centro.

S

stimolare

Stimolare l’interesse e la partecipazione
degli utenti del C.R.E.

“Il trovarsi sulla stessa linea di partenza ha generato un normale antagonismo tra i ragazzi e si è ben presto formato un gruppo privo di pregiudizi nel quale vi è uno scambio reciproco di esperienze e conoscenze. Nel corso degli anni con un lavoro costante si sono costruiti caroselli più complessi sfruttando tutte le andature del cavallo e proponendo figure sempre più articolate a tempo di musica. Questo dimostra che i nostri ragazzi sono in grado di condurre il cavallo nelle varie performance e che hanno capito che al cavallo si devono dare indicazioni chiare e semplici attraverso le mani, le gambe e il peso del corpo, calcolare i tempi, ecc. Abbiamo così la possibilità di essere invitati a partecipare ai più importanti eventi equestri in tutta Italia. Le nostre trasferte, con permanenze in alberghi di più giorni, ci hanno permesso di osservare che i nostri ragazzi hanno acquisito una personalità più strutturata sul piano dell'autonomia e della responsabilizzazione. Con estrema naturalezza riescono a relazionarsi con il pubblico presente e s'interessano alle varie situazioni senza manifestazioni d'isolamento o d'emarginazione. Il sentirsi protagonisti e al centro dell'attenzione di un pubblico che applaude suscita emozioni di ogni genere: paura, timidezza, entusiasmo, responsabilità e gratificazione. Ma la cosa più importante è che ciò gli consente di far parte di un gruppo d'amici che lavora, divertendosi, per raggiungere un obiettivo comune.”

Il Carosello equestre come esperienza riabilitativa: le parole dell’Istruttore Mauro Perelli, Tecnico equestre San Raffaele Viterbo.

Vuoi avere maggiori informazioni sulle attività di Areda?
Compila il form che segue, un nostro addetto ti ricontatterà al più presto.